2×1000: ai partiti oltre 14 MLN, la metà va al PD

Raccolta 2x1000, il PD si conferma anche quest'anno il partito a cui i contribuenti donano di più
2x1000-pd

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noti i dati relativi alle donazioni che i cittadini hanno fatto ai partiti destinando loro il proprio 2×1000.

Ai partiti politici vanno 14 milioni di euro(circa 1.000.000 in meno rispetto allo scorso anno). Il Partito Democratico si conferma quello che raccoglie maggiori fondi, addirittura la metà della raccolta totale: 7.002.826 euro. Anche il maggior numero di preferenze va al PD, oltre 487.000, il secondo, Lega per Salvini premier ne raccoglie 300.000 mila in meno.

2x1000

Seguono Lega per Salvini Premier con 2.040.528 euro e Lega Nord per l’indipendenza della Padania 922.04 euro. A Fratelli d’Italia spettano 720.437 euro mentre al Movimento politico Forza Italia 637.130 euro. A Rifondazione comunista arrivano 547.426 euro.

Anche lo scorso anno era stato il PD il primo partito nella raccolta con numeri leggermente inferiori a quelli registrati con la dichiarazione 2018. Il leggero calo infatti risulta in linea con quello generale e con quello di tutti gli altri partiti: lo scorso anno seguiva la Lega Nord con 1,9 milioni di euro (unico partito ad avere un leggero incremento nel totale delle donazioni, di certo non proporzionale ai consensi elettorali), Forza Italia 850 mila euro, Fdi 790 mila e Sel 753 mila.

Dunque, le donazioni non procedono di pari passo con il consenso elettorale ma piuttosto sembrano premiare i partiti con maggior radicamento territoriale e con le migliori campagne di comunicazione e fundraising.

Un successo, dunque, per la campagna di comunicazione “A te non costa nulla, insieme saremo più liberi”, diretta dal tesoriere del PD Francesco Bonifazi e dal coordinatore della campagna 2×1000 del partito Domenico Petrolo, alla quale SocialCom ha collaborato, contribuendo al raggiungimento di questo risultato.

Categorie
AdvertisingFocus
Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Articoli collegati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close