Ads su YouTube, ecco come diventa più efficace

Tre novità della piattaforma per vincere la sfida del video advertising
Progetto senza titolo(8)

Facebook punta tutto sui video e sogna di eguagliare i record di YouTube. Ma la piattaforma di broadcasting di proprietà di Google ha raccolto il guanto di sfida e sta aggiungendo sempre nuove funzionalità e opportunità per gli inserzionisti, per mantenere il primato nei video. Quali sono le ultime novità?

YouTube: il patto di ferro con Google sull’advertising

La prima novità introdotta da YouTube è questa: offrire agli inserzionisti la possibilità di utilizzare le informazioni associate ai profili Google degli utenti.

«Se per esempio sei un retailer, potresti raggiungere consumatori potenziali che hanno cercato “giubbotti invernali” su Google e coinvolgerli nella tua offerta di vestiti invernali, nel momento giusto», si legge sul blog di Google.

Questa rappresenta una rivoluzione nei rapporti tra le due aziende. Google ha già integrato YouTube all’interno di AdWords già nel 2015, ma è la prima volta che apre “la porta” dei dati del motore di ricerca a YouTube, per fini pubblicitari.

Nuovi strumenti di misurazione

Tra le novità annunciate da YouTube anche nuovi strumenti di misurazione (basate sulla tecnologia cloud) che consentiranno agli inserzionisti di avere dati più attendibili sulle loro campagne. D’altronde, è una necessità, oggi il 50% del traffico su YouTube deriva dal mobile e non esistono ancora strumenti di misurazione efficaci.

Per garantire nuove possibilità, YouTube sta lavorando con fornitori di servizi esterni, società di analisi dati, come comScore, DoubleVerify, IAS, MOAT, fino a Nielsen, per creare nuovi strumenti di misurazione. Ma finora non ci sono esempi concreti di come potrebbe funzionare.

Più controllo per gli utenti

YouTube ha anche annunciato nuove funzionalità che consentiranno agli utenti di avere più controllo sul tipo di pubblicità che vogliono appaia all’interno dei video.

«Se un utente scarta un’inserzione su Google Search, non la vedrà su YouTube. Se per esempio ti appare la pubblicità di una palestra, ma tu hai già fatto l’iscrizione in un centro di fitness, potrai decidere di non far apparire più quel tipo di inserzione su Google, e di conseguenza anche su YouTube».

Le nuove misure puntano a risollevare l’immagine dell’azienda dopo le recenti polemiche, come gli errori nelle metriche che hanno aumentato il numero di visitatori di un canale, rispetto a quello reale. E le critiche al nuovo algoritmo che darebbe più visibilità ai vecchi video, rispetto a quelli nuovi. Dettaglio che ha fatto arrabbiare tutti i più grandi youtuber, tra cui PewdiPie.

Categorie
Social
Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Articoli collegati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close