Chi sono i business angel? Un identikit

I business angel svolgono spesso la funzione salvifica degli “angeli” per i neoimprenditori
Chi sono i business angel e qual è la loro funzione?

Sono imprenditori o manager che lavorano ancora o si godono la pensione.  Si chiamano business angel e svolgono spesso la funzione salvifica degli  “angeli” per i neoimprenditori che hanno bisogno di soldi per avviare la loro azienda.  Ecco un loro identikit, come trovarne uno e convincerlo a farsi finanziare.

Il business angel ama sfida e innovazione

Il suo identikit è semplice da delineare: di solito si tratta di un uomo di business di successo, uno di quelli definiti seriali, che ha aperto più di un’attività nella propria vita. O un ex manager, attivo o in pensione, alla ricerca di nuovi stimoli e sfide. Comune per entrambi è la passione per la tecnologia e per tutte le idee giovani che possono rivoluzionare il mercato.

Investe dai 30 ai 50mila euro

In America le cifre che un angel mette nelle tasche degli startupper sono più alte rispetto al mercato europeo e arrivano in alcuni casi a superare i 500mila dollari. In un ecosistema meno maturo per le startup, come quello italiano, di solito un business angel investe non più di 50mila euro, da solo o legandosi a una rete di altri piccoli investitori.

Come trovarne uno

Di solito, si incontrano agli eventi o alle competizioni per startupper: sono tra la giuria dei concorsi oppure tra il pubblico di investitori potenzialmente interessati a un’idea di business. Ma anche chi non partecipa a queste occasioni può sperare di incontrare uno. I più importanti business angel italiani sono riuniti in network e associazioni come Iban (acronimo di Italian Buisiness Angels Network Association), http://www.iban.it/.

Un business angel offre soldi, ma anche formazione

La loro importanza per uno startupper non si limita al finanziamento. Gli angel possono essere degli ottimi mentor, vista la loro esperienza nel campo imprenditoriale. I loro consigli sono spesso determinanti nel garantire il successo di un’idea di business. Meglio quindi averli a bordo con un ruolo in azienda.

Venture capitalist vs business angel

A differenza dei venture capitalist, ovvero i grossi investitori, gli angel puntano spesso su idee di business minori, dove maggiore è il rischio e più grande può essere il ritorno. Come i venture, chiedono in cambio una quota di partecipazione in azienda che varia sulla base dell’entità dell’investimento.

Come farsi finanziare da un business angel

Fondamentale è preparare il materiale ed esercitarsi a presentarlo nel migliore dei modi. Indispensabile è munirsi di una presentazione (10 slide in Power Point) nelle quali fornire info sul business che si vuole realizzare (dati e numeri sul mercato, analisi dei competitor, redditività, vantaggio competitivo, eventuali brevetti, composizione e competenze del team..). Utile anche girare un video di massimo tre minuti nel quale mostrare il prodotto e spiegare la sua utilità e il tipo di mercato che può adottarlo.

Categorie
Smart Economy
Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Articoli collegati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close