Facebook fa soldi con le tue pene d’amore

I nuovi single "potenziali consumer" per le aziende che vogliono fare business online
Progetto senza titolo(20)

Sono molte le coppie che condividono la propria relazione online, postando foto, video o dichiarazioni d’amore eterno. Ma cosa accade quando la storia d’amore finisce?

Facebook ha analizzato il comportamento dei suoi utenti quando passano dallo stato “impegnato” a “single” per offrire opportunità di business nuove alle aziende. La rottura di una coppia infatti è uno dei dati inseriti  (proprio a qualche giorno da San Valentino, guarda un po’) tra i “Moment That Matter” di Facebook IQ, che fornisce info alle aziende per un marketing mirato.

Cosa ripara un cuore spezzato

Così è intitolato il post su Facebook IQ, che pone l’accento su un punto cruciale. Al social di Menlo Park non importa il momento della rottura in sé, ma come si comportano gli utenti a ridosso di tale evento, così da aiutare le aziende ad inserirsi in un momento così delicato della vita delle persone. Per fare soldi.

L’analisi ha studiato il comportamento online di utenti provenienti da tutto il mondo, dalla Francia, ai Paesi Bassi, alla Polonia, agli Emirati Arabi fino al Regno Unito, per capire cosa li ha aiutati a superare la rottura. Niente sentimentalismi o preoccupazioni sullo stato psicologico dei suoi utenti. Facebook vuole così dare suggerimenti ai brand per rendere più efficaci le loro strategie di marketing.

Cosa accade quando si passa a “single”

I risultati suggeriscono che c’è un divario temporale tra la rottura e il cambio di status, che avviene anche diversi giorni dopo rispetto all’effettiva fine della relazione. Il comportamento degli utenti è stato analizzato nell’arco temporale che va dalle due settimane prima alle due settimane dopo il passaggio a “single”.

È venuto fuori che, in questo lasso di tempo, le persone sono più propense a partecipare a eventi (circa il 40% in più rispetto ai 60 giorni precedenti). In molti hanno prenotato un viaggio (o hanno espresso la volontà di volerne fare uno) per curare le loro pene d’amore (circa il 25% in più). Fare esperienze e dedicarsi a nuovi hobby dunque appare molto terapeutico, molto più rispetto all’acquisto di oggetti (55% contro l’8%).

Come Facebook monetizza la rottura

Facebook suggerisce alle aziende, che vogliono utilizzare la rottura come finestra di opportunità per fare business, di impostare la propria strategia di marketing sul mobile. I nuovi single infatti tendono a usare molto di più lo smartphone e le app per interagire sui social, rispetto al pc, e per molto più tempo rispetto al precedente stato sentimentale.

Inoltre, consiglia di entrare in empatia con loro, soprattutto in occasione di festività, come San Valentino per l’appunto. Aiutarli a superare lo stato di malessere in cui si può cadere quando si è soli in occasione delle feste, crea uno speciale legame di fedeltà con l’utente. Infine, suggerisce di offrire nuove esperienze, che i  neo single sono più propensi a fare e ricercano per superare il trauma emotivo. Prodotti legati ai viaggi, corsi per approfondire una passione, eventi aggregativi trovano presa e terreno fertile per un marketing efficace.

Categorie
Advertising
Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Articoli collegati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close