Scrivi #Sanremo2017 su Twitter e scopri che simbolo appare

Quello di TIM è un rischio, potenzialmente vincente: ma cosa succede se si accendono le polemiche?
Sanremo

Domani comincia il Festival di Sanremo, uno degli eventi più seguiti in Italia (se non il più seguito). Alla kermesse canora ogni anno si accompagnano, immancabili, polemiche, curiosità, gossip. Al punto che la musica finisce spesso per diventare solo una scusa per discutere e l’attenzione degli spettatori si concentra su altro (il compenso degli ospiti e le “farfalline” delle soubrette).

Quest’anno, anche il mondo digital avrà un succulento tema di dibattito: per la prima volta in Italia, infatti, Twitter ha letteralmente venduto un hashtag a un marchio. È #sanremo2017 e ogni volta che un utente lo digita vedrà apparire il logo di TIM.

Il marchio TIM

Ecco un esempio di come appare il logo dell’azienda di telecomunicazioni più importante in Italia:

Sanremo TIM

Il marchio sarà presente in ogni singolo tweet contenente l’hashtag ufficiale del Festival. Anche quelli da account non ufficiali. Non è ancora in trending topic, ma è probabile che lo sarà se non da domani mattina, giorno di inizio della kermesse, almeno dal momento in cui partirà ufficialmente la trasmissione, in serata.

Si tratta quindi di un’occasione di grande visibilità per TIM, dal momento che la trasmissione è commentata sui social da influencer e VIP di tutta Italia, ma anche da centinaia di migliaia di “semplici” utenti. Basti pensare al successo che lo scorso anno hanno avuto i The Jackal, collettivo comico napoletano, che su Facebook hanno seguito il Festival in diretta, commentando gli eventi principali e addirittura “costringendo” alcune star a dire o fare determinate cose sul palco.

La reazione degli utenti

C’è però la possibilità che l’utilizzo continuo del logo risulti fastidioso per alcuni utenti. O ancora, che l’hashtag venga usato soprattutto in tono polemico, nei confronti della gestione della trasmissione (in molti si sono già scatenati sul compenso a Carlo Conti, uno dei presentatori). Al momento, però, su Twitter prevale l’attesa per l’imminente inizio del Festival e per le canzoni dei propri artisti preferiti. Gli utenti che commentano la scelta di TIM sono relativamente pochi e le opinioni sono contrastanti:

Una nuova fonte di introiti per Twitter?

Da diverso tempo, ormai, Twitter fa fatica a individuare un proprio chiaro modello di businessE le cose, per il CEO Jack Dorsey e soci, non sembrano volgere al meglio. A differenza di Facebook, il social dei cinguettii ha fatto sempre molta fatica a monetizzare le possibilità di visibilità offerte dalla piattaforma. Esistono da tempo gli hashtag sponsorizzati: la possibilità cioè di scegliere un hashtag da lanciare direttamente al primo posto in trending topic (avevamo visto ad esempio il caso Toyota).

Quello di legare il logo di un’azienda a un hashtag potrebbe essere un’altra possibile fonte di introiti. Funzionerà ? TIM ne guadagnerà in visibilità o sarà un investimento di cui trarrà beneficio solo il social? Le somme – e i risultati – si tireranno alla fine del Festival.

Categorie
Focus
Nessun commento

Lascia un commento

*

*

Articoli collegati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close