Socialcom Italia - Giugno 26, 2024

Hotel di lusso: le catene più attente al rapporto con cliente

L’analisi di SocialCom per Anima e Castello SGR: il settore eccellenza italiana

Image

Gli hotel di lusso appartenenti a catene sembrano essere più attente al rapporto con il cliente online, rispondendo più attivamente alle recensioni dei clienti. È quanto emerge da una ricerca di SocialCom, realizzata in esclusiva per l’evento “Destinazione Italia”, organizzato da Anima Holding e Castello SGR.

La ricerca si basa sull’analisi dettagliata di oltre 215.000 recensioni su Booking.com e Tripadvisor riguardanti i migliori hotel di lusso italiani. Lo studio ha esaminato le strutture di Roma, Milano, Firenze, Venezia, Costa Smeralda, Lago di Como, Cortina e Puglia, confrontando le esperienze degli ospiti negli hotel indipendenti e in quelli appartenenti a catene internazionali.

Nel complesso, gli hotel di catena in Italia offrono un’esperienza estremamente consistente e affidabile per i loro ospiti. Con un rating medio di 8.86, questi hotel si distinguono per la loro capacità di mantenere alti standard di servizio. Un altro punto di forza degli hotel di catena è l’impegno nel rispondere alle recensioni dei clienti. Con un tasso di risposta del 38%, quasi il doppio rispetto al 23% degli hotel indipendenti, le catene dimostrano una chiara dedizione al miglioramento continuo e alla soddisfazione del cliente. Tra i dati emersi dall’analisi, si evince inoltre che gli hotel di catena registrano un rating minimo di 7.5, significativamente più alto rispetto al 6.8 degli hotel indipendenti. Questo dato sottolinea come le catene riescano a evitare esperienze estremamente negative, garantendo una qualità minima che è già di per sé molto alta. Per altro verso, gli hotel indipendenti possono vantare punteggi massimi leggermente superiori, con un rating massimo di 9.8 contro 9.6 delle catene.

L’analisi semantica delle recensioni ha inoltre rivelato che gli hotel indipendenti sono stati apprezzati per la loro posizione e l’attenzione al cliente, mentre le catene internazionali hanno ricevuto più elogi per comfort, pulizia e servizi.

La Ministra del turismo, Daniela Santanchè commenta così i dati emersi oggi: “ll turismo in Italia ha bisogno di importanti investimenti per favorire la nascita di Hotel di Lusso. Il lusso non va criminalizzato perché i turisti alto spendenti lasciano più risorse sul territorio e quindi generano un meccanismo virtuoso. In Italia mancano le strutture ricettive di alto livello e dobbiamo anche lavorare per rimettere in forma le strutture. Noi grazie al PNRR abbiamo avuto a disposizione 1 mld e 380 mln che servono proprio a migliorare le nostre strutture alberghiere. È già partita la prima parte. Il nuovo bando Fri-Tur che riapre il 1° luglio, finalizzato anche a migliorare la qualità delle nostre strutture, è stato scritto in modo più semplice per facilitare la partecipazione”.

“La ricerca di SocialCom evidenzia che le aspettative dei frequentatori degli hotel di alta gamma sono rispettate e questo è importante nella misura in cui questi clienti, spesso internazionali, diventano ambasciatori dell’Italia all’estero”, afferma Giampiero Schiavo, Amministratore Delegato di Castello SGR. E aggiunge: “Siamo convinti che ci sia una opportunità di investimento importante nell’allargamento dell’offerta di strutture ricettive di alto livello, che attualmente in molte delle destinazioni top italiane non riescono a soddisfare per intero la domanda.”

Per Luca Ferlaino, fondatore di SocialCom, “l’analisi delle recensioni web e social della clientela internazionale disegna l’Italia come una delle mete sogno del turismo di lusso. Questo studio evidenzia non solo l’elevato livello di soddisfazione di chi arriva in Italia, ma sottolinea anche l’importanza di continuare a migliorare per mantenere e rafforzare questa posizione di eccellenza.”